Scrittura Arte Pittura Scultura Cinema Fotografia Musica Teatro Storia Messapi Cibo Agroalimentare enogastronomia Cultura digitale salento
Sostieni la Bellezza del Salento con il LandFunding - Iscriviti alla Newsletter
In Beauty Salento trusts

Salento: dove la dolcezza si veste di bellezza
pasticciotto E' naturale, il primo pensiero che accomuna il Salento con i dolci va inesorabilmente al re "pasticciotto", ma non si ferma qui! La tradizione dolciaria salentina è vasta e comprende alcuni ingredienti fondamentali come la frutta e le mandorle insieme a preparazioni classiche, in comune con il resto dell’Italia, come la crema pasticcera. La genesi dolciaria però, come il pasticciotto e il fruttone insegnano, si è probabilmente sviluppata all’interno di un concetto che ha a che vedere con il risparmio delle risorse alimentari. Africani e Marzapani, Bocche di dama, Gelosie, taralli zuccherati, Cupeta, Mustaccioli, Pitteddhre, Purceddrhuzzi, carteddrhate, fichi secchi ricoperti e tante altre specialità sono preparate quotidianamente e con amore e passione. Come poi non menzionare la recente produzione di altissima qualità di dolci tipici del territorio nelle versioni gluten free - senza glutine per celiaci e altre per venire incontro ad ogni intolleranza.

Dalla frutta più pura le confetture più buone
Tanti sono i gusti di frutta e tante le ricette, anche particolari, per una genuina e nutriente colazione o break pomeridiano. Le marmellate e le confetture e marmellate made in Salento hanno la particolarità dell'uso di frutti tipici del territorio, tipo i gelsi, i fichi, i limoni, i cedri, le mele cotogne e tanti altri.

Miele e affini, estratti dal Salento
Nel Salento si produce il miele d’arancio, dal colore ambrato, e dal profumo intenso; il miele di timo, colore scuro, profumo penetrante, sapore forte (un potente antisettico utilizzato contro le malattie infettive, ma anche come digestivo); e poi il millefiori, chiamato così perchè si produce in primavera ed è ottenuto dall’insieme di tanti nettari e fiori, color paglierino, un sapore molto dolce (usato come dolcificante naturale), infine il miele d’eucalipto, colore scuro e sapore deciso, ideale per il trattamento delle infezioni, per la tosse, per le vie urinarie. Il miele viene prodotto in questo territorio sin dai tempi dei Messapi e, a quei tempi, proveniva dagli alveari in pietra leccese che sono ancora oggi sparsi in tutte le nostre campagne. E’ sempre il miele che ha dato il nome a Melendugno e a Melissano.

Visita la nostra galleria di capolavori e "storie di bellezza":


Giovanni Venneri
Alliste (Le)

Dolce Arte di Roberto Donno
Cutrofiano (Le)

Mandorle e Miele
Alliste (Le)


Partecipa anche tu al LandFunding
land funding Il Salento è il primo territorio a lanciare il Landfunding, un'originale operazione di raccolta fondi volta a finanziare la crescita culturale ed economica del territorio stesso. In questo caso specifico, la promozione territoriale avviene attraverso il racconto delle mille forme di "bellezza" che caratterizzano i luoghi, l'operato e lo stile di vita del Salento e dei salentini.

Mentre il "crowdfunding" (dall'inglese "crowd", folla e "funding", finanziamento) è un microfinanziamento collettivo, dal basso, un processo collaborativo di un gruppo di persone qualunque che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni, il "Landfunding" ("land", terriorio) prevede tra i finanziatori soprattutto persone ed entità che operano sul territorio o che, comunque, hanno a cuore la sua crescita.
Scopri di più e partecipa al LandFunding.

marmellata crema miele
Scrittura Arte Pittura Scultura Cinema Fotografia Musica Teatro Storia Messapi Cibo Agroalimentare enogastronomia Cultura digitale salento

Salento X cultura

Iscriviti alla nostra Newsletter
Home page #InBeautySalentoTrusts - #SalentoCheBellezza Contatti